Voglio essere molto chiaro su questo: essere grati non è sicuramente la stessa cosa che essere compiacenti.

Voglio essere molto chiaro su questo: essere grati non è sicuramente la stessa cosa che essere compiacenti.

“Qualunque cosa potesse fare, lo farebbe”, dice Stoneback. “Voleva solo farmi avere il maggior successo possibile.” (Vedi un altro grande esempio di Che aspetto ha davvero l’amicizia maschile.) Con la sua gara che si avvicina venerdì, Stoneback ha raccolto abbastanza forza per guidare al campo per la preparazione martedì, ma solo su forte insistenza della famiglia di Lenardon, che gli ha detto che aveva bisogno di esercitarsi. Durante il suo viaggio in pista, tuttavia, Stoneback è scoppiato in lacrime. “Stavo piangendo nella mia macchina”, dice. “Come avrei dovuto guidare questa macchina da 1.000 cavalli e $ 100.000 quando il mio migliore amico era in un letto d’ospedale morente?” Quella settimana, ha guidato come “una schifezza completa” e si è imbattuto in un problema meccanico che gli ha impedito di esercitarsi prima il suo turno di qualificazione venerdì. Si sentiva senza speranza. “E ‘stato così emotivamente difficile.” Tuttavia, Stoneback si è detto che “Mark avrebbe voluto che lo strappassi quel fine settimana” e ha giurato di trovare ispirazione nel suo amico malato. Ha collaborato con aziende di abbigliamento per realizzare magliette in onore di Lenardon, con i proventi destinati alle sue spese mediche, e ha contribuito a diffondere la consapevolezza per il Mark Lenardon Family Fund, che da allora ha raccolto più di $ 34.000 in soli 18 giorni. Stoneback ha persino scritto “I Disoccupazione -> Flophouse a Duluth. Questa prapañca mi ha reso irritabile e infelice. Chiedilo a mia moglie Bianca, che mi ha sorpreso a fissare molte volte nello specchio del nostro bagno durante questo periodo. In questi giorni, panico intestinale a parte, sono molto più bravo a vedere la mia ansia egocentrica affiorare e poi lasciarla andare. Mentre scrivevo questo articolo, ho chiesto a Bianca se sto gestendo i miei problemi di pancia / invecchiamento con maggiore successo rispetto alla crisi della calvizie. Ridacchiò e disse: “Non c’è paragone”. Cosa ha migliorato le cose? Parte di ciò era l’effetto combinato di matrimonio, maturazione e meditazione (che è diventata una pratica quotidiana e anche un attivo trambusto secondario). Ma un altro importante ingrediente calmante è stato qualcosa che potrebbe sembrare estremamente controintuitivo: contemplare la morte. In qualche modo la morte è diventata un tabù nella nostra società.

Come ha osservato l’insegnante di meditazione Greg Scharf, in una cultura ossessionata dai giovani, morire è il massimo del “cattivo gusto”. Eppure è inevitabile, anche per te. (E anche per quei titani della tecnologia nella Silicon Valley che, secondo quanto riferito, stanno spendendo miliardi per “risolvere” la morte. Buona fortuna con questo.) C’è una linea appropriata dal Mahabharata, il grande poema epico indiano: “Qual è la cosa più meravigliosa del mondo ? ” La risposta: “Tutt’intorno a noi le persone possono morire e non ci rendiamo conto che può succedere a noi.” Ogni grande tradizione spirituale ha raccomandato che per vivere pienamente, la migliore pratica è contemplare la morte.recensioni reduslim Come fare questo? Il Buddha raccomandava di meditare fissando i corpi in decomposizione. A causa di quanto sia profondamente impraticabile quella proposta, io e mia moglie abbiamo optato per un’alternativa più fattibile: alcuni anni fa, ci siamo iscritti per diventare volontari dell’hospice. Sono stato assegnato a un piccolo ospizio da otto letti nell’Upper East Side di Manhattan. Una volta superato il mio nervosismo iniziale, ho imparato lezioni che andavano dall’ispirazione al profondamente confortante. Ad esempio, ho notato che per molte persone che sono vicine alla fine, la paura sembra diminuire. Ricordo di aver chiacchierato con un ex professore universitario che mi disse che mentre la morte si avvicinava, si sentiva meno come un ego separato e più come parte di un sistema più ampio e in evoluzione. Sì, ho pensato, non c’è niente di sbagliato o di innaturale nella morte. La natura è in continuo mutamento, e noi siamo la natura. Ho anche scoperto che passare del tempo in un ospizio forniva un’enorme dose di prospettiva sui miei problemi quotidiani. L’ho sperimentato in modo più intenso attraverso la mia relazione con un paziente di nome Ronnie, un ex operaio edile di Harlem con problemi polmonari e cardiaci cronici. Quando è stato mandato per la prima volta all’ospizio quattro anni fa, gli sono stati concessi tre giorni di vita.

Invece, ha sfidato le probabilità e ha prosperato. Ogni settimana, io e Ronnie mangiamo snack, saggio di crack e giochiamo ai videogiochi. (Ronnie non vede ironia nel fatto che passi ore a uccidere zombi mentre è seduto in un ospizio.) Una volta, gli stavo raccontando una storia su come mi ero preoccupato di qualche problema nella mia vita – e che allora mi ero ricordato di Ronnie e mi sono fermato. Senza nemmeno interrompere la partita, si è rivolto a me e ha detto, con assoluta noncuranza: “Sì, non hai problemi”. Lavorare in un ospizio non è però una panacea. Spesso finisco per prendere un taxi dopo, controllare la posta elettronica e ritrovarmi di nuovo completamente coinvolto nelle mie stesse sciocchezze. E credo ancora che ci sia effettivamente qualche lato positivo nella mia auto-flagellazione egoistica: una certa consapevolezza della mia parte centrale può fornire una sana motivazione per andare in palestra, ma all’85a volta mi ritrovo a meditare oscuramente sull’attaccatura dei capelli o giro vita, ora a volte ho i mezzi per chiedermi: data la mia limitata finestra sulla terra, è così che voglio passare il mio tempo? Sì, ha senso lavorare sodo e sforzarsi, ma qual è il punto se non ti stai godendo il viaggio? “, Invecchiare con grazia non è una certa imperturbabilità in stile Yoda. Le tue insicurezze e peccatucci rimangono; impari solo a gestirle di più abilmente., “Di solito avvolgo queste colonne con qualcosa di spiritoso, ma a causa del peso di questo problema rinuncerò al carino e te lo dirò senza mezzi termini: data l’innegabile realtà della tua finitudine, come vuoi vivere? Quando nel dubbio, chiedi solo la morte. “, Riesci a fare l’impossibile? Riesci a costruire muscoli e allo stesso tempo a perdere grasso? Puoi farlo con l’allenamento della forza o cardio? È possibile solo nei giovani uomini? O devi prendere droghe ?, scienziati conservatori vi diranno che è impossibile. Anche se un recente studio dell’American Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che anche uomini e donne di età superiore ai 60 anni possono bruciare grassi e guadagnare muscoli allo stesso tempo!

E tutto quello che hanno fatto è stato l’allenamento della forza!, “Ed è per questo che ho messo insieme l’allenamento TT del novembre 2007 chiamato”, “Guadagno muscolare Lose Fat “”, e l’ho rilasciato qualche giorno prima perché i membri del TT stavano diventando impazienti con me e volevano l’ultimo allenamento, come ieri. “, Clicca QUI per ottenere il TT Gain Muscle Allenamento per perdere peso, “Se stai cercando un allenamento TT classico, sulla falsariga dei più popolari TT 2k3 e TT 2K4, allora ce l’hai con l’allenamento di novembre ’07. Quindi non importa cosa sia Halloween, Ringraziamento o anche la prima delle feste di Natale ti lancia addosso, questo allenamento ti aiuterà a mettere quelle calorie nel posto giusto. Costruirai muscoli e brucerai grassi. “, Fai clic QUI per iniziare a costruire muscoli e bruciare grassi,” Disprezzo tutti gli articoli che suggerisco di fare cardio extra per bruciare le calorie in eccesso mangiate in questo periodo dell’anno. Non mi piace davvero questa mentalità “” abbattere il corpo “”. Invece, usa l’allenamento di resistenza e l’interval training come uno scultore usa i suoi strumenti per modellare Non usare la bulemia da esercizio per giustificare le abbuffate di cibi ipercalorici.

Turbulence Training è una mentalità più sana e un modo più efficace per superare le vacanze rimanendo sani e in forma e avvicinandosi sempre di più al corpo dei tuoi sogni. TT per la vita “, CB Costruisci muscoli e brucia i grassi a casa,” Recentemente, come parte di un segmento Good Morning America, ho frequentato una scuola media a Schaumburg, Illinois, dove si stanno sforzando di contrastare queste tendenze perniciose. Come mi ha detto il sovrintendente, non è sufficiente insegnare ai bambini matematica e lettura; devi insegnare loro come avere successo come esseri umani. “, Una delle loro tattiche principali? Gratitudine.,” La gratitudine è uno dei concetti più fraintesi – e tuttavia profondamente utili – di tendenza oggi. Ad esempio, se pensi che scattare un selfie davanti al tuo jet privato e pubblicarlo con #BLESSED sia un modo per esercitare la gratitudine, stai sbagliando. Non si tratta di esibirsi in barca. Né si tratta di concentrarsi maniacalmente sul positivo e fingere di vivere in un mondo senza problemi. Oh, e non è nemmeno un modo per usare il ringraziamento come una forma di manipolazione interpersonale. (Una delle mie interpretazioni ciniche preferite del concetto è “La gratitudine è l’aspettativa di favori futuri”.) Fatta correttamente, la gratitudine è radicalmente semplice: è il tentativo deliberato di non dare per scontate le tante cose belle della tua vita. Inoltre, la scienza suggerisce che la gratitudine è collegata a una migliore salute mentale e, se praticata regolarmente, a più esercizio fisico.Per mettere in atto questa campagna di gratitudine in Illinois, la scuola ha reclutato Shawn Achor, autore di un libro di successo intitolato The Happiness Advantage, che sostiene che la gratitudine a qualsiasi età può aumentare l’energia, migliorare il sonno, ridurre la depressione e aumentare sia l’ottimismo che la connessione sociale, due dei più grandi predittori di felicità a lungo termine.

Achor, che riesce a essere inesorabilmente allegro senza essere fastidioso, è un ricercatore di felicità laureato ad Harvard. Quando l’ho intervistato nella biblioteca della scuola, ha snocciolato statistiche rapide e spesso stranamente specifiche. Ad esempio, mi ha detto che la gratitudine è correlata a un calo del 23% di mal di testa, mal di schiena e stanchezza. La spinta alla gratitudine non è solo accademica per Achor. Nonostante la sua apparentemente congenita congenialità, ha sofferto di attacchi di depressione. Il nucleo del suo messaggio è che la felicità non deve fare affidamento esclusivamente sui nostri geni o sul nostro ambiente; può essere una scelta. Il suo lavoro suggerisce che possiamo creare abitudini igieniche di felicità. “Se, per soli due minuti al giorno, riuscissimo a far pensare a qualcuno a tre cose per cui è grato, o se abbiamo espresso la nostra gratitudine una volta nel corso della giornata a qualcun altro. . . alleniamo il nostro cervello a diventare più ottimista e positivo “, afferma Achor. E “se manteniamo il modello in corso, in realtà ci permette di rendere la scelta della felicità una scelta più facile.” “, Achor ha una serie di hack di gratitudine che chiunque può fare, anche i bambini della seconda media. Dal momento che i risultati sono stati impressionanti al scuola – è passato dal 73 ° percentile dei punteggi dei risultati accademici a livello nazionale al 96 ° percentile – ho deciso di trascorrere una settimana di test – guidando due nuove abitudini quotidiane per vedere come potevano ripagare per me., “Primo, ogni giorno, ho scritto un’e-mail di ringraziamento a qualcuno che mi è sembrato davvero meritato. In secondo luogo, ogni notte, quando la mia testa sbatteva contro il cuscino, invece di dedicarmi alla mia abituale ruminazione su qualunque problema dovesse essere risolto, passavo diversi minuti a pensare a tre cose nuove che erano accadute durante il giorno per le quali ero grato. Le pratiche di gratitudine funzionano costruendo nuovi muscoli mentali che cercano il positivo. Fondamentalmente, questa pratica ci fa uscire dalla nostra modalità predefinita. Il nostro cervello si è evoluto per avere un pronunciato pregiudizio di negatività.

Perché? Secondo Achor, è perché la prima vita umana era precaria e dovevamo stare alla ricerca di cose come le tigri dai denti a sciabola. Tuttavia, questo cablaggio di rilevamento delle minacce non sempre ci serve bene in un contesto moderno, in cui il nostro cervello torna inutilmente all’antica modalità di follia quando, diciamo, non siamo soddisfatti della nostra mancanza di Mi piace su Instagram. Ma, potresti chiedere, la gratitudine può davvero aiutare tutti? E se vivi in ​​un campo profughi o stai combattendo una malattia potenzialmente letale? Come è possibile allora essere grati?

Achor dice che quando è entrato per la prima volta in questa ricerca, pensava che la felicità potesse essere troppo difficile per certe persone. Ma con sua sorpresa, ha trovato la felicità in ogni ambiente, dai reparti antitumorali alle carceri alle zone di combattimento. “Potremmo trovare un significato nelle attività quotidiane che ci possono portare avanti”, dice. “E penso che la felicità potrebbe rimanere un’opzione, ovunque viviamo nel mondo.” Per me, dopo solo una settimana ho scoperto che gli esercizi di gratitudine di Achor hanno veramente aiutato. Ogni volta che inviavo un’e-mail di ringraziamento, ricevevo una risposta calorosa, lasciando cadere una bella dose di dopamina nella mia casella di posta, che altrimenti sarebbe una fonte di diabolica sopraffazione. Il vero vincitore, tuttavia, è stata la routine notturna di contemplare tre nuovi sviluppi positivi nella mia vita. Ho scoperto che il rituale sanguinava nel resto della mia giornata, costringendomi a ritirarmi di tanto in tanto dalla mia corsa implacabile per cancellare le cose dalla mia lista di cose da fare. Ha contribuito a un obiettivo che perseguivo da anni attraverso la mia pratica meditativa quotidiana: cercare di coltivare una sorta di nostalgia per il presente, piuttosto che rovinare costantemente il passato o proiettarmi nel futuro. Per tutta la vita avevo sentito l’esortazione a fermarmi e annusare le rose, ma nessuno mi aveva mai detto come farlo.

Gli hack di Achor erano un modo per rendere operativa una delle mie espressioni preferite: “Questi sono i bei vecchi tempi”. Per essere chiari, questa dose di gratitudine non mi ha impedito di preoccuparmi e di mettere a punto strategie su tutte le cose di cui ho bisogno . Un’altra delle mie espressioni preferite è “Il prezzo della sicurezza è l’insicurezza”. Credo ancora che sia vero. È solo che ho trovato la gratitudine per essere un bel correttivo quando stavo portando le mie preoccupazioni troppo oltre. “, Voglio essere molto chiaro su questo: essere grato non è sicuramente la stessa cosa che essere compiaciuti. Ecco un altro detto che amo:” Tutto è perfetto. Ma potrebbe essere utile un piccolo miglioramento “. , “Mentre scrivo questo articolo, sono passati diversi mesi da quando ho incontrato Shawn Achor per la prima volta in quella scuola media nella periferia di Chicago. Alla fine ho lasciato cadere le e-mail di ringraziamento, perché ho scoperto che creare il tempo per creare una nuova nota ogni il giorno aggiungeva stress al già compito di Sisifo di gestire il mio tsunami digitale. Il rituale della gratitudine notturna è ancora forte, tuttavia, e sospetto che sia qui per restare. Trovo incredibilmente gratificante avere una pratica che mi orienti verso cose positive che altrimenti potrei semplicemente sperimentare ed eliminare Non so se abbia contribuito a un calo del 23% di mal di testa, mal di schiena e affaticamento, ma lo so che ci si sente dannatamente bene e che è anche incredibilmente efficace nel farmi addormentare. “, Lo prendo. #BELATO. Come possiamo rendere operativa la gratitudine nelle nostre vite?

Alcuni esercizi che puoi fare mentre ti lavi i denti o vai a letto: “Non puoi sempre dare per scontato che un prodotto faccia bene solo perché fa bene al pianeta. Termini come” “tutto naturale” “e” “verde “” dire poco su come i prodotti potrebbero influenzare il tuo corpo. Le pratiche rispettose della terra a volte comportano rischi nascosti per la salute e persino il riutilizzo e il riciclaggio possono rappresentare un pericolo. borse della spesa riutilizzabili dopo i test di laboratorio hanno rilevato alti livelli di piombo. Quindi il Tampa Tribune ha trovato il metallo pesante tossico su borse riutilizzabili di due catene di negozi di alimentari (principalmente nella vernice usata per decorarle), spingendo le catene a offrire rimborsi. Il pericolo è che il piombo potrebbe potenzialmente finire nel contenuto di una borsa ed essere ingerito. La soluzione: utilizzare sacchetti di cotone o poliestere semplici e lavarli dopo la spesa in modo da ridurre i batteri, come E. coli, che potrebbero essersi accumulati.

Un enorme 97% dei proprietari di borse ha dichiarato di non aver mai lavato o sbiancato le proprie borse.Il colpevole: imballaggi riciclati L’olio minerale degli inchiostri da stampa e il cartone riciclato utilizzato su alcune scatole di cereali e riso possono filtrare nel cibo, secondo una ricerca svizzera.